« A credito di niente | Principale | Lo sfondo della settimana »

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

kuka

D'accordissimo! ...Speriamo che il governo non cali le braghe come con i taxisti.

Vladimiro

Vedo nubi fosche all'orizzonte..
V.

La vedo dura ... sai quante farmacie comunali sono aperte in Calabria? Solo due!
E questo sarebbe garantire da parte dello stato la presenza delle farmacie dove nessuno aprirebbe?
Mi viene da sorridere per non piangere! Vero, i farmacisti guadagnano parecchio dalla vendita dei medicinali da banco ma lo sai che fanno da banca allo Stato? Si, perchè quando andiamo a prendere una medicina prescrivibile, il farmacista per vendercela deve prima pagarla alla casa farmaceutica ed il rimborso dallo stato lo vede a babbo morto! Altro che concorrenza! Con la diminuzione inevitabile della vendita dei medicinali da banco alcune farmacie si vedranno costrette a chiudere ... ecco il servizio al cittadino. Ed inoltre presso i supermarket ci sarà chi gioca al "piccolo chimico" acquistando medicinali che non servono, magari senza nessun ausilio o consiglio medico (prova a cercare il farmacista dentro ad un iper ...).
Se invece si colpissero le case farmaceutiche obbligando ad abbassare i prezzi di alcuni medicinali sarebbe molto meglio!
Prodi sta trattando l'Italia come la Cirio! Poveri noi!

Vladimiro

Insomma in Italia tutti sono vittime.
Se non si scardinano i monopoli e le caste non si va da nessuna parte..
Il problema delle farmacie di paese esiste, ma ti asscicuro che in molti comuni il problema è ben diverso.
Le farmacie sono quasi supermercati con prezzi assolutamente improbabili.
Che poi la colpa sia dei fornitori(case farmaceutiche) può in parte essere vero, ma intanto cominciamo l'opera.
Comunque è buona norma firmare i commenti.
Saluti
V.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Carosello

Disclaimer e Privacy

  • Questo blog non è una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità: non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Eventuali marchi e immagini relative sono protette da copyright e sono proprietà dei rispettivi marchi. Qualora gli autori o i detentori di diritti volessero rimuovere il materiale di loro proprietà eventualmente presente su questo blog, basta che lo richiedano scrivendo a vladimiro.dagostino@gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione. Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i commenti e i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi. Questo sito (di proprietà di TypePad) utilizza solo cookie tecnici, necessari a favorire la navigazione, non vengono quindi utilizzati per scopi ulteriori.
Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2005
La mia foto

Pinterest