« Il muro di Castro | Principale | Ora »

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Orso Marsicano

Caro Vlad stavolta mi hai sorpreso. Ma come fai a leggere ancora "La Nazione"? Gli attuali proprietari hanno svilito ed umiliato uno dei più bei giornali italiani, nato dal Risorgimento e di purissimo stampo liberale e laico. Lo hanno fatto diventare un fogliaccio all'altezza di quei giornali gratuiti che si trovano alle stazioni dell'autobus. Non c'era ironia in quell'articolo. La pensano veramente così.
Orso (che rimpiange Enrico Mattei) Marsicano

RINALDO SIDOLI

Purtroppo dietro questa legge c'è la legittimazione di poter proteggere la propria famiglia e la propria casa, ma la follia dell'uomo può sfociare in una violenza grave e per questo non dovrebbe mai essere uno Stato a stimolare la crescita di questo fenomeno, ma contenendolo con un servizio di polizia migliore e con una giustizia veloce.

the Harlequin

Anche a me la legge ha sopreso, più che altro per il modo in cui si è passati con nonchalance dal rischiare sequestro di persona se chiudo in casa il ladro e chiamo la polizia al poter sparare allo stesso. Vie di mezzo? Ma a parte questo, il tono sarcastico ( non ironico ) di Massimo Fini a volte l'ho apprezzato, ma in questo caso no so, potrei pensare che sia serio, anzi per certi versi lo condivido: è indubbio, secondo me, che le popolazioni balcaniche che hanno convissuto con la guerra e i suoi orrori siano desensibilizzate e capaci di violenze a sangue freddo più di quanto non lo siamo noi. Non sono convinto che il rispondere alla violenza con la violenza sia la soluzione né tantomeno una risposta civile.

Vladimiro

Oggi, a legge non ancora operativa c'è già stato un morto.
Calderoli ha puntualmente commentato favorevolmente.
Per Orso, quando vado al bar(a volte mi capita), do un'occhiata ai giornali che trovo e tra Prato e Firenze la Nazione c'è dappertutto.
V.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Carosello

Disclaimer e Privacy

  • Questo blog non è una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità: non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Eventuali marchi e immagini relative sono protette da copyright e sono proprietà dei rispettivi marchi. Qualora gli autori o i detentori di diritti volessero rimuovere il materiale di loro proprietà eventualmente presente su questo blog, basta che lo richiedano scrivendo a vladimiro.dagostino@gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione. Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i commenti e i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi. Questo sito (di proprietà di TypePad) utilizza solo cookie tecnici, necessari a favorire la navigazione, non vengono quindi utilizzati per scopi ulteriori.
Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2005
La mia foto

Pinterest