« Il teatrino dell'imbarco | Principale | Notte »

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

lucilla

mi fa piacere che tu voglia pubblicare un commento così forte, ma lo sai vlad, io penso che ogni tipo di proibizionismo non possa portare che all'esasperazione del problema...e storicamente è stato così, lo sappiamo. E penso anche (non senza esperienze in merito) che un ex tossico debba prendersi la responsabilità di cercare dentro di sè la causa della sua passata arrendevolezza, e non esigere una protezione dall'esterno. Del resto se fosse altrimenti gli autolesionisti dovrebbero chiedere la proibizione della vendita di lamette da barba e forbicine, i bulimici del cibo etc etc etc...

Raschiabarile

Vla, mi riprovochi e allora mi ripresento (come un peperone indigesto). Sottoscrivo completamente il post di mia nipotina Lucilla; in piu' aggiungo: come fate a non sentire il peso INSOPPORTABILE della proibizione, della limitazione della liberta' di scelta nella vita e nella morte (eutanasia per tutte)? Non c'e' NULLA che vale altrettanto.

vladimiro

solo per chiarire che quello che ho pubblicato non è il mio pensiero, che ho già espresso adeguatamente.
Assolutamente contro la repressione, assolutamente contro l'autodistruzione, questo è il mio pensiero.
Sono, come ho già detto, favorevole alla liberalizzazione, ma al fine di distruggere il mercato nero.
V.

www.lemin.blog.kataweb.it

Mi hanno sequestrato nel 1990 e mi hanno clonato nei panni della persona che si desiderava esibire nei panni del cattivo per farmi pagare la stupidità di un (“sistema”) privato anti l’interesse comune! Inoltre mi hanno bruciato in giustamente oltre 15 anni della mia vita, la parte le più bella dopo averla vissuta in una condizione degradata, disumana e umiliante per un essere umano come hanno testimoniato i romani e gli organismi degli stranieri che seguivano con attenzione questo scandalo da molti anni!

I commenti per questa nota sono chiusi.

Carosello

Disclaimer e Privacy

  • Questo blog non è una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità: non può pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Eventuali marchi e immagini relative sono protette da copyright e sono proprietà dei rispettivi marchi. Qualora gli autori o i detentori di diritti volessero rimuovere il materiale di loro proprietà eventualmente presente su questo blog, basta che lo richiedano scrivendo a vladimiro.dagostino@gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione. Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i commenti e i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi. Questo sito (di proprietà di TypePad) utilizza solo cookie tecnici, necessari a favorire la navigazione, non vengono quindi utilizzati per scopi ulteriori.
Blog powered by Typepad
Iscritto da 07/2005
La mia foto

Pinterest